Studi sugli accordi di libero scambio (FTA)

/Studi sugli accordi di libero scambio (FTA)

Alcuni elementi contenuti negli accordi di libero scambio (FTA) siglati, o in fase di negoziazione, tra l’UE e i Paesi terzi possono costituire un’opportunità per l’internazionalizzazione delle imprese italiane. Tuttavia, non è oggi semplice accedere a informazioni utili e organizzate in un sistema coerente e facilmente fruibile.

Per queste ragioni l’ICE, su indicazione del MISE, ha realizzato un progetto per presentare alle imprese italiane le opportunità derivanti dagli accordi di libero scambio. L’obiettivo del progetto è quello di contribuire ad aumentare il grado di utilizzo degli accordi in vigore e in via di applicazione, che rappresentano occasioni importanti per accrescere l’internazionalizzazione delle imprese italiane.

Il progetto si compone di una prima fase, dedicata alla realizzazione di studi e analisi su alcuni mercati considerati di prioritario interesse per le imprese, e di una serie di incontri sul territorio.

Il primo incontro si è tenuto a Milano il 3 maggio 2018, in collaborazione con l’Agenzia delle Dogane, Confindustria, Assolombarda e CRES Rossi-Doria (a questo collegamento sono disponibili le presentazioni dei relatori).

Studi ICE – CRES Rossi-Doria. Gli accordi di libero scambio: opportunità per le imprese italiane

Una serie di studi approfonditi, realizzati da un importante centro di ricerca (il CRES Rossi-Doria), specializzato sul tema degli accordi di libero scambio. Gli studi forniscono un quadro complessivo delle caratteristiche degli Accordi che hanno, o potranno avere, implicazioni rilevanti per l’economia italiana e per le sue imprese.

Casi studio: Corea del Sud e Canada
Caso studio: Giappone
Caso studio: Singapore

Altri studi – disponibili sul sito Agenzia ICE – Italian Trade & Investment Agency

 

2018-05-08T15:22:58+00:00