Innovazione, sviluppo regionale e politiche dell’UE2021-03-09T09:35:57+01:00

Project Description

Innovazione, Sviluppo Regionale e Politiche dell’UE

Negli ultimi decenni i processi di integrazione economica e di cambiamento tecnologico hanno modificato l’assetto dell’economia mondiale, ridefinendo i vantaggi competitivi di molti territori e regioni. La Crisi economica del 2008 ha ulteriormente modificato gli assetti preesistenti colpendo paesi e regioni in modo fortemente asimmetrico. Simili eterogeneità si sono osservate più di recente nella risposta alla pandemia da Covid-19.

Il sistema socio-economico, la qualità del contesto istituzionale, le caratteristiche delle imprese e la loro capacità innovativa svolgono un ruolo fondamentale nel determinare percorsi di sviluppo e di ripresa diversi, condizionati dalle caratteristiche strutturali del territorio e delle relazioni tra i propri attori locali.

Sin dalle sue origini la politica economica promossa dall’Unione Europea ha avuto come primario obiettivo quello di rilanciare innovazione, crescita e occupazione nei contesti nazionali e regionali, per eguagliare le possibilità di sviluppo tra i territori dell’Unione, siano essi rurali o urbani, periferici o centrali, dinamici o in declino. La strategia ‘Europa 2020’ ha posto le basi per il coordinamento delle politiche a favore di questi obiettivi, orientando al loro perseguimento tutto il periodo di programmazione 2014-2020. Con Next Generation EU (2020) le risorse messe in campo dall’Unione, economiche e di indirizzo, assumono nuove proporzioni e sono tutte concentrate a favorire la ripresa e la resilienza dopo il collasso socio-economico innescatosi con la pandemia da Covid-19.

In questo contesto, il Centro Rossi-Doria si propone di studiare le dinamiche di innovazione, crescita e occupazione delle regioni dell’Unione Europea, dedicando particolare attenzione al ruolo delle politiche pubbliche (locali, nazionali e Comunitarie).

In particolare l’attività di ricerca del Centro è incentrata su:

  1.  Analisi delle determinanti delle dinamiche di innovazione, crescita e occupazione nelle Regioni dell’Unione Europea anche in una prospettiva comparativa;
  2.  Analisi del ruolo delle imprese (locali e Multinazionali) nelle Regioni Europee anche in riferimento alla diffusione della conoscenza e al loro posizionamento nelle Catene Globali del Valore;
  3. Analisi dei meccanismi di formazione delle politiche pubbliche di sviluppo con particolare riferimento alle Politiche Regionali e di Sviluppo Rurale dell’Unione Europea;
  4.  Analisi dell’impatto delle politiche di sviluppo (per i territori, le imprese, il sistema economico) con particolare riferimento al contesto Europeo e Italiano.

Understanding European Economic Policy: Towards a Deeper Union (DEEPLY)

Il Progetto è coordinato nell’ambito del Programma Erasmus + Jean Monnet dal Centro Rossi-Doria, insieme a diversi partner (London School of Economics and Political Science; Fondazione Manlio Masi; La Sapienza, Università di Roma; Università del Sannio). Il Progetto promuove studi, ricerche, valutazione e monitoraggio delle politiche dell’Unione Europea con particolare riferimento alle politiche commerciali e di Coesione. Si rivolge a un pubblico ampio composto da studiosi, student, società civile, stakeholders, esperti di Istituzioni e policy makers.

Implementation of the First Pillar of the CAP 2014–2020 in the EU Member States

Autorità contraente: Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA), per la Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo.

Il Centro Rossi-Doria ha partecipato alla predisposizione dello studio commissionato dal Parlamento Europeo con l’obiettivo di analizzare i tratti distintivi dell’implementazione della Politica Agricola Comune nel periodo 2014-2020 a livello di Paesi Membri. I ricercatori del Centro che hanno partecipato al team coordinato da Roberto Henke (project leader) e composto da Maria Rosaria Pupo D’Andrea (scientific editor), Theodoros Benos (consultant), Tatiana Castellotti, Fabio Pierangeli, Simona Romeo Lironcurti (CREA) sono Fabrizio De Filippis, Mara Giua, Laura Rosatelli (Centro Rossi-Doria).

Mara Giua, L’Europa e le sue componenti come fattori condizionanti per l’attuazione della politica sul territorio nel caso del Mezzogiorno italiano, in Manin Carabba, Riccardo Padovani e Laura Polverari (Eds): Le politiche di coesione in Europa tra austerità e nuove sfide, Quaderni Svimez, n. 47 (2016), ISBN: 9788898966042.

Riccardo Crescenzi and Mara Giua, Different approaches to the analysis of the EU Cohesion Policy: leveraging complementarities for evidence-based policy learning, in Berkowitz P., Bachtler J., Muravska T. and Hardy S. (Eds) Challenges for the New Cohesion Policy 2014-2020, Routledge, Regions and Cities book series, 2016, ISBN: 978 1 138 22464 3.

Riccardo Crescenzi and Fabrizio De Filippis, Cohesion policy and rural development, in Piattoni S. and Polverari L. (editors), Handbook of Cohesion Policy in the EU, Edward Elgar, 2016, ISBN: 978 1 78471 566 3.

Riccardo Crescenzi and Mara Giua, UK’s less developed regions stand to suffer most when top-down EU funding is goneLSE Brexit Blog, 2016.

Mara Giua (2016), Spatial discontinuity for the impact assessment of the EU Regional policy. The case of the Italian Objective 1 regionsJournal of Regional Science, DOI: 10.1111/jors.12300 (2016).†
First published: 16 August 2016

Riccardo Crescenzi and Mara Giua, The EU Cohesion Policy in context: Does a bottom-up approach work in all regions?  Environment and Planning A (2016)52(1): 134–152.
Published online before print July 12, 2016, doi: 10.1177/0308518X16658291

Nicola Daniele Coniglio, Raffaele Lagravinese and Davide Vurchio, Production sophisticatedness and growth: evidence from Italian provinces before and during the crisis, 1997-2013Cambridge Journal of Regions, Economy and Society (2016), 9 (2): 423-442.
doi: 10.1093/cjres/rsw006
First published online: May 11, 2016

Riccardo Crescenzi and Mara Giua (2014). The EU Cohesion Policy in context: regional growth and the influence of agricultural and rural development policies. LEQS paper No.85, London School of Economics.
Published 23 December 2014

Riccardo Crescenzi, Fabrizio De Filippis and Fabio Pierangeli, In tandem for cohesion? Synergies and conflicts between regional and agricultural policies of the European Union, Regional Studies, 49 (4), 2015, doi:10.1080/00343404.2014.946401
First Published online: 24 September 2014

Go to Top