Carlo Trigilia, Cultura, istituzioni e sviluppo. La lezione di Max Weber e il neo-istituzionalismo

/Carlo Trigilia, Cultura, istituzioni e sviluppo. La lezione di Max Weber e il neo-istituzionalismo
  • Version 1.0.0
  • Scarica 38
  • Dimensioni file 180.52 KB
  • File Count 1
  • Data di Pubblicazione 16 Luglio 2016
  • Ultimo aggiornamento 6 Luglio 2020

Carlo Trigilia, Cultura, istituzioni e sviluppo. La lezione di Max Weber e il neo-istituzionalismo

Abstract. Max Weber è noto per il suo straordinario contributo all’analisi delle origini del capitalismo moderno. La rilevanza della sua opera non è però confinata alla storia economica. Ricostruendo la complessa trama dei fattori culturali e istituzionali che concorrono alla nascita del capitalismo moderno, Weber ci offre dei suggerimenti preziosi per cercare di comprendere come si afferma e come cresce l’economia di mercato anche nel mondo contemporaneo. Questi interrogativi sono oggi al centro dell’approccio del neo-istituzionalismo economico, che sta suscitando crescente interesse. La lezione di Weber può aiutare a mettere meglio a fuoco alcuni nodi irrisolti di questa letteratura. Due in particolare: il ruolo della cultura nelle origini delle istituzioni, e il rapporto tra cultura e istituzioni nell’orientare le azioni economiche a sostegno dell’economia di mercato.

Carlo Trigilia. Sociologo, professore ordinario di Sociologia economica e Sociologia e Politica dello Sviluppo e direttore del Centro Europeo di Studi sullo Sviluppo Locale e Regionale. Ha insegnato nelle università di Palermo e di Trento ed è stato “Lauro De Bosis Porfessor” presso la Harvard University. E’ stato direttore, e tuttora è membro del comitato editoriale, della rivista “Stato e Mercato”, e del comitato editoriale di “Sviluppo locale”. E’ socio del Consiglio Italiano per le Scienze Sociali (CSS) e presidente della Fondazione RES, Istituto di Ricerca su Economia e Società in Sicilia.

2020-07-06T11:01:27+02:00